Regolamento biblioteca

Istituzione e finalità del servizio

1- Istituzione

E’ stata istituita la Biblioteca Scolastica dell’Istituto Comprensivo “A.VOLPI” e costituisce un’opportunità educativa a disposizione di   studenti, docenti, personale non docente della Scuola e genitori.

2 – Funzioni

La Biblioteca ha le seguenti funzioni:

  1. a) Raccogliere, conservare e aggiornare il patrimonio librario;
  2. b) Guidare gli studenti all’utilizzo delle risorse librarie;
  3. c) Strumento di sostegno e sviluppo delle attività didattiche e formazione degli studenti

3 –  Coordinamento e gestione

  1. a) La biblioteca della scuola funziona sotto la guida e la responsabilità della docente Patrizia Catalano
  2. b) La biblioteca è aperta al prestito all’inizio di ogni anno scolastico alle classi e ai docenti. Per l’anno in corso, la biblioteca osserverà il seguente orario di apertura per l’utenza: dal lunedì al venerdì ore 8,30/13,30

4 – Regole interne

  1. a)  il prestito è riservato agli studenti, ai docenti, al personale non docente della scuola.
  2. b) Vengono dati in prestito non più di un libro alla volta.
  3. c)  In caso di smarrimento o mancata restituzione del libro o altro materiale avuto in prestito, il richiedente sarà tenuto a rifondere il costo secondo il listino prezzi più aggiornato; per gli studenti saranno responsabili i genitori
  4. d)  La durata del prestito è in media di 28/30 giorni.
  5. e)  Il lettore che restituisca danneggiato il libro avuto in prestito, è tenuto a provvedere alla sostituzione con altro esemplare della stessa edizione
  6. f) Tutti i libri presi in prestito dovranno essere restituiti entro e non oltre il 15 maggio dell’anno in corso
  7. g) I libri della biblioteca sono molti e, per trovarli facilmente, a ciascuno è assegnato un numero unico. Se vengono riposti nel punto sbagliato diventano introvabili per questo motivo è meglio lasciarli sui tavoli

li sistemerà la responsabile

  1. h)  Il prestito va segnalato su apposita scheda e poi archiviato nel database
  2. i)   Ogni cosa che c’è in biblioteca, dai libri, ai tavoli, alle sedie, alle penne appartiene a tutti: se si scrive sui tavoli o si rovinano i libri si fa danno a tutti. E anche a se stessi

 

Realizzare una biblioteca è una operazione complessa che richiede il contributo di tutti, soprattutto di chi la utilizza

 

DOCENTE

Patrizia Catalano

No announcement available or all announcement expired.